home > atempo informa > Videocolloquio: quali sono le soft skills più richieste

Videocolloquio: quali sono le soft skills più richieste

Pubblicato il 31 maggio 2021 in Consigli Curriculum e Colloquio da Lorenzo Nincheri

Il video colloquio via Skype o attraverso software affini è uno strumento di selezione delle  risorse umane che viene utilizzato con sempre maggiore frequenza da parte dei recruiter.  Utilizzare questo sistema, tuttavia, permette una drastica riduzione dei tempi di gestione  dell’intero processo di selezione. Ma anche della diminuzione esponenziale delle distanze.  Nel corso degli ultimi mesi si è scoperto che effettuare un colloquio di lavoro in conference  call può apportare dei miglioramenti sostanziali in tutto il processo di iter selettivo. Il  recruiter, infatti, ha ugualmente l’opportunità di avere un meeting (seppur virtuale) con i  candidati. In questo modo, quindi, sarà possibile per lui mettere a confronto i professionisti  ed individuare quello con le caratteristiche più affini al profilo richiesto.  A differenza di quello che credono in molti, la video intervista non sostituisce in toto il  colloquio vis a vis. Piuttosto, è un buon sistema per ridurre drasticamente le fasi iniziali del  processo di selezione, come la scrematura dei cv e la prima tornata di selezione.  

Come affrontare un video colloquio  

Un video colloquio è un a grande opportunità per il candidato che, in questo modo, ha la  possibilità di presentarsi al recruiter spiegando meglio le informazioni riportate nel proprio cv.  Ma anche per dimostrare i propri valori, i propri ideali, i propri progetti futuri e la propria  creatività. Elementi peraltro difficilmente individuabili da un curriculum di stampo  tradizionale.  

Non bisogna dimenticare, infatti, che al giorno d’oggi risulta davvero fondamentale per i  recruiter valutare non solo le hard skills del candidato (ossia le competenze tecniche e le  esperienze), ma anche le soft skills.  

E’ così che, prima di intraprendere un’intervista video, è opportuno prepararsi  adeguatamente, in modo da fare una buona impressione con l’head hunter. Ecco di seguito,  quindi, alcune delle regole basi da seguire per lasciare una buona impressione al proprio  interlocutore.  

Prepararsi alle domande sulla carriera  

Uno degli argomenti che verrà trattato più a lungo durante il video colloquio riguarda la  carriera del candidato. Ma anche il suo percorso di studi, le competenze acquisite nel corso  degli ultimi anni e le proprie attitudini. Non è strano, inoltre, che l’head hunter ponga dei  quesiti in merito ai propri obiettivi professionali nel medio e nel lungo periodo.  Per fare una buona impressione, è bene prepararsi con delle spiegazioni semplici e concise  che riescano ad esprimere al meglio sé stessi. Non bisogna dimenticare, infatti, che spesso  queste interviste vengono impostate con il preciso obiettivo di non essere prolisse.  

Fare delle prove video  

Prima di iniziare il video colloquio, è opportuno fare delle prove video per verificare che  l’ambiente scelto abbia la giusta luce e che lo sfondo sia adeguato per l’occasione. Ma  anche che non siano presenti rumori di sottofondo che possano in qualche modo distrarre  l’interlocutore.  

Il consiglio migliore, in questi casi, è quello di utilizzare un programma che permetta di  registrare un breve video di sè e poi riguardarsi. In questo modo si avrà la possibilità di 

capire subito quali possano essere gli eventuali elementi di disturbo che potrebbero  compromettere l’esito dell’intervista.  

La cura dei dettagli  

Partecipare ad una video intervista non significa prendere sottogamba la situazione. Anzi,  piuttosto, è indispensabile cercare di sfruttare al meglio e a proprio vantaggio questa  opportunità al fine di ottenere un appuntamento per un secondo colloquio.  E’ così che è importante curare i dettagli: dalla scelta dell’abbigliamento alla postura da  tenere mentre si sta seduti nella sedia. Dal tono della voce alle espressioni facciali (che, in  situazioni come queste, assumono un'importanza determinante).  

Puntualità e sincerità  

Ultimi consigli, ma non per questo meno importanti, riguardano due aspetti fondamentali che  dovrebbero essere alla base di qualsiasi intervista di lavoro. Il primo riguarda la puntualità.  Anche se l’incontro avviene da remoto, questo non significa concedersi il lusso di far  attendere il recruiter.  

Il secondo, invece, riguarda la sincerità. E’ importantissimo essere sé stessi durante un  colloquio di lavoro. Ma soprattutto, presentarsi come la persona che effettivamente si è.  

Soft skills: cosa sono?  

Come abbiamo anticipato nei paragrafi precedenti, durante un video colloquio di lavoro il  recruiter cercherà di valutare non solo le competenze tecniche del candidato, ma cercherà  anche di individuare le soft skills necessarie per  ricoprire al meglio il ruolo assegnatagli.  

Ma di cosa si tratta quando si parla di soft skills? Con questo termine si identificano quelle  competenze riconducibili al comportamento, alle capacità cognitive e alla personalità del  potenziale dipendente. E, ovviamente, si tratta di elementi che difficilmente si possono  individuare da un cv.  

Ma quali sono le soft skills che vengono maggiormente richieste dagli head hunter?  Prima di rispondere a questa domanda, è essenziale capire quali siano gli elementi  indispensabili che dovrebbe avere un candidato. Questi, infatti, possono essere diversi in  base al ruolo, all’azienda e al grado di esperienza richiesta. Tuttavia, le caratteristiche che  vengono richieste più frequentemente sono:  

  • problem solving  
  • capacità di lavorare in squadra  
  • creatività  
  • intelligenza emotiva  
  • pensiero critico  
  • capacità di giudizio e di prendere decisioni  
  • attenzione al cliente  
  • flessibilità  
  • capacità di adattamento 

Quali domande aspettarsi?  

Il recruiter sa perfettamente che è difficile individuare un candidato che disponga di tutte le  soft skills sopracitate. E’ così che, nell’identificazione del profilo ideale per una determinata  posizione lavorativa, cercherà di concentrarsi almeno su 4 o 5 di esse. In fase di  preparazione per il video colloquio, quindi, è consigliabile capire bene quale sia l’impiego  che si andrà a svolgere e cercare di capire quali siano le caratteristiche che più si adattano a  svolgerlo al meglio.  

Ecco alcune domande che vengono poste dai recruiter per  individuare le soft skills del candidato:  

  1. Perché si è candidato per questo impiego? Dietro a questo quesito c’è l’intenzione di  capire il giusto grado di motivazione del candidato. Ma anche se si è informato  riguardo all’azienda in questione  
  2. Quali sono i suoi punti di forza? Grazie a questa risposta, il candidato può esprimere  il proprio grado di competenze tecniche  
  3. Quali sono i suoi punti di debolezza? In questo caso è possibile esprimere le proprie  aree di miglioramento, specie se si tratta di dettagli non essenziali per svolgere quel  determinato impiego  
  4. Qual è la situazione più difficile affrontata al lavoro? Da questa risposta il recruiter  può identificare il grado di problem solving, pensiero critico, spirito di adattamento e  concetto di resilienza del candidato  
  5. Quali sono i suoi obiettivi per il futuro? Grazie a questa domanda l’head hunter può  capire se la persona che ha di fronte abbia spirito di iniziativa, voglia di imparare,  curiosità e propensione verso nuove responsabilità.  
  6. E’ disposto a tresferirsi? Questa richiesta viene generalmente fatta con il preciso  scopo di capire il grado di flessibilità del candidato.


Condividi sui tuoi social

   
 

SEGUICI SU FACEBOOK

CERCHI LAVORO?
Un servizio gratuito che Atempospa.it mette a disposizione di coloro che vogliono entrare nel mondo del lavoro per la prima volta o vogliono cambiare lavoro in maniera dinamica!

Invia il tuo Curriculum
SEI UN'AZIENDA?
Registrarsi come azienda in Atempospa.it è il sistema più facile e semplice per poter cercare il personale qualificato in ogni momento e secondo le vostre esigenze.

Registrati
VUOI LAVORARE CON NOI?
Siamo sempre aperti a valutare talenti alla ricerca di nuove sfide lavorative.

Candidati

ULTIME NOTIZIE

LE NOSTRE CREDENZIALI

Atempo Spa è una realtà autorizzata, certificata e riconosciuta. Affidabilità e solidità per il vostro futuro lavorativo.