home > atempo informa > Perché non vengo assunto? E’ arrivato il momento di capire il motivo

Perché non vengo assunto? E’ arrivato il momento di capire il motivo

Pubblicato il 10 settembre 2020 in Consigli Curriculum e Colloquio da Lorenzo Nincheri

La ricerca di un lavoro non è facile, potrebbe richiedere tempo e soprattutto tanta attenzione ed impegno da parte del candidato. Hai risposto ad un sacco di annunci di lavoro? Hai inviato il tuo Cv a differenti aziende alla ricerca di personale? Speri di ottenere il lavoro dei tuoi sogni? Ebbene, se nonostante tutto il tuo impegno non hai ricevuto risposta e non sei stato assunto, è arrivato il momento di chiederti: perché? Cosa sbaglio? Ci sono tanti motivi che spingono un recruiter a scartare i candidati. Ecco alcuni errori che non devi assolutamente fare se vuoi aspirare ad un posto di lavoro e uscire vincente dal processo di selezione.

Perché è così difficile ottenere un lavoro?

Anche tu ti sei più volte fatto questa domanda? Ebbene sono tante le persone che ogni giorno si chiedono il motivo per cui, ottenere un posto di lavoro e superare l’iter selettivo, sia così complesso. Sicuramente ci sono tanti fattori da tenere in considerazione, a cui pensare con particolare attenzione. Il mercato del lavoro non è qualcosa di semplice e spesso c’è davvero troppa concorrenza per pochi posti a disposizione. Tuttavia, ci sono anche atteggiamenti e modi di fare dei candidati, che spingono i recruiter a scartarli. Sì, hai capito bene, la colpa non è sempre degli altri, oppure della complessità del mercato del lavoro, del recruiter o dell’azienda. Spesso sei tu a sbagliare, a porti nella maniera sbagliata, a non saperti presentare nel migliore dei modi in sede di colloquio. Tutto questo, inevitabilmente, porta gli addetti alla selezione del personale a scartarti. Ricorda, i recruiter hanno molta esperienza alle spalle e, con pochissime domande, sono in grado di scoprire molto sul tuo conto. Non ti demoralizzare e continua a cercare, focalizzandoti sugli errori fatti nei precedenti colloqui, per essere pronto ad affrontare al meglio tutti gli altri che si presenteranno. Ecco alcuni motivi per cui non sei stato assunto fino ad ora.

Sei stato puntuale al colloquio?

La puntualità è il primo biglietto da visita nel momento in cui partecipi ad una selezione
professionale. Ricordati di rispettare il giorno, l’orario ed il luogo in cui i recruiter ti hanno dato appuntamento. Anche 5 minuti di ritardo, contribuiranno a dare una cattiva immagine di te stesso. Per questo motivo devi sempre partire in anticipo, informarti sulla sede dell’incontro, vedere come arrivare nel minor tempo possibile. Il ritardo, potrebbe farti apparire come una persona poco responsabile e seria, partendo subito con il piede sbagliato. Ricorda che la prima impressione è quella che conta e raramente avrai una seconda opportunità per fare una bella figura.

Eri vestito in maniera adeguata?

Altro aspetto a cui devi prestare attenzione è l’abito con cui ti sei presentato al colloquio di lavoro. Certo, come “l’abito non fa il monaco”, oppure “un libro non si giudica dalla copertina” (così recitano due importanti detti), tuttavia l’attenzione al vestiario ed al look in sede di colloquio è importante. Questo non significa che dovrai essere alla moda, portare l’ultimo taglio di capelli che fa tendenza o cose simili. L’importante è presentarsi ai recruiter in maniera sobria, elegante e semplice. 

Il Cv deve essere veritiero e rappresentarti 

Ci sono alcune persone che tendono a “ritoccare” il proprio Cv , magari inserendo delle competenze che in realtà non ci sono, oppure accentuando i punti di forza. Ebbene, questa è una pratica ormai conosciuta alla maggior parte dei recruiter. Se anche tu, prima del colloquio, hai fatto qualche ritocchino al tuo Cv, sappi che gli addetti alla selezione con poche domande potranno smascherarti senza problemi. Sarebbe una situazione abbastanza imbarazzante per entrambe le parti. Cerca di non “gonfiare” il tuo Cv che deve rappresentarti in tutto e per tutto. Inutile inserire delle competenze e conoscenze che in realtà non possiedi, cerca invece di concentrarti e mettere in evidenza i tuoi reali punti di forza.

Informati sull’azienda

Non farti trovare impreparato ed informati sull’azienda a cui hai inviato la tua candidatura. In fase di selezione, i selezionatori testeranno le tue conoscenze nei confronti dell’impresa stessa. Ovviamente nessuno pretende che tu conosca tutti i meccanismi interni, ma devi possedere almeno le conoscenze base, accessibili a tutti gli utenti. Come? Qualche giorno prima del colloquio di lavoro, visita il sito dell’azienda in questione, cerca informazioni online fatti un’idea della mission e della filosofia aziendale. In questo modo darai l’impressione di una persona davvero interessata non solo al posto di lavoro, ma anche a quella specifica realtà professionale che probabilmente ti accoglierà nel suo organico.

Sii sempre disponibile

Uno dei fattori che portano gli addetti al personale a scartare candidati è l’assenza di disponibilità. Ricordati, l’azienda vuole essere “corteggiata”, deve sentire che tu sei realmente interessato al lavoro oltre ad essere spinto dalla passione per quella mansione professionale. Non fare la persona difficile. Questo significa che, quando verrai contattato per il colloquio, accetta il giorno e l’ora che ti viene proposto, non cercare di contrattare, se non per reali ed inevitabili motivazioni. In questo modo non apparirai come il candidato poco disponibile e soprattutto difficile da incontrare.

Sii sicuro di te stesso e delle tue potenzialità

Essere sicuro di te stesso ti aiuterà non solo nell’ambito professionale, ma anche personale. Una persona sicura delle proprie competenze, conoscenze, capacità e punti di forza, tenderà a presentarsi in maniera più convincente. Ricordati sempre, che in sede di colloquio devi cercare di convincere il recruiter sul fatto che sia proprio tu la persona ideale per ricoprire quel ruolo professionale. Però attenzione: fai in modo che la tua sicurezza non si trasformi in arroganza. Devi essere sicuro e convinto ma nello stesso tempo umile e semplice.

Sii interessato

Le aziende sono sempre di più alla ricerca di persone dinamiche, curiose, svelte, capaci di adattarsi alle varie situazioni. Le conoscenze e le competenze non bastano. Sembra strano ma è proprio così. Altro ingrediente che farà di te il candidato ideale è la passione. Esatto, la passione per quel lavoro, per quella mansione professionale gioca un ruolo primario nel processo di selezione. Manifesta questo tuo interesse, senza esagerare, altrimenti rischi di far diventare il tutto una sceneggiata. Le competenze possono essere insegnate, la passione no, è qualcosa che devi avere dentro di te.

Sei overqualified o underqualified

Spesso succede di essere stato scartato perché non possiedi le competenze richieste. Infatti, alcune volte il nostro bagaglio culturale e di esperienze professionali, ci fanno apparire troppo qualificati per quella determinata mansione, oppure troppo poco. Questo è un altro problema che spinge i recruiter a scartare un sacco di candidati. Cerca di  inviare candidature davvero in linea con il tuo Cv, con gli studi effettuati e con le altre esperienze professionali svolte.

Dai importanza al linguaggio non verbale

Noi comunichiamo anche con i gesti, con le espressioni, con la postura. Persino i nostri occhi sono in grado di parlare. Il linguaggio non verbale è una delle cose più affascinati e più veritiere. Se con la parola puoi mentire, con il corpo non puoi farlo. Fai attenzione al linguaggio corporeo in sede di colloquio. I selezionatori daranno importanza anche a quello, all’intensità della stretta di mano, alla postura e posizione che assumerai in fase di selezione e tanto altro. Dall’altra parte ricordati di curare anche il tuo linguaggio verbale, facendo attenzione al tono di voce, alla velocità con cui ti esprimerai e alle parole che andrai ad utilizzare.

Essere scartati capita a tutti, l’importante è non scoraggiarsi o diventare delle vittime. Piangersi addosso non serve e non è assolutamente produttivo. Impara dagli errori passati per affrontare i prossimi colloqui di lavoro nel miglior modo possibile e con tutta la grinta necessaria.



Condividi sui tuoi social

   
 
CERCHI LAVORO?
Un servizio gratuito che Atempospa.it mette a disposizione di coloro che vogliono entrare nel mondo del lavoro per la prima volta o vogliono cambiare lavoro in maniera dinamica!

Invia il tuo Curriculum
SEI UN'AZIENDA?
Registrarsi come azienda in Atempospa.it è il sistema più facile e semplice per poter cercare il personale qualificato in ogni momento e secondo le vostre esigenze.

Registrati
VUOI LAVORARE CON NOI?
Siamo sempre aperti a valutare talenti alla ricerca di nuove sfide lavorative.

Candidati

ULTIME NOTIZIE

LE NOSTRE CREDENZIALI

Atempo Spa è una realtà autorizzata, certificata e riconosciuta. Affidabilità e solidità per il vostro futuro lavorativo.