home > atempo informa > Cosa sono e a cosa servono le certificazioni linguistiche

Cosa sono e a cosa servono le certificazioni linguistiche

Pubblicato il 24 maggio 2021 in Formazione Lavoro da Lorenzo Nincheri

La conoscenza delle lingue straniere oggi è diventata fondamentale per la propria carriera professionale. Parlare altre lingue consente non solo di approcciarsi agli altri, di poter comunicare con persone provenienti da ogni parte del mondo, ma ti permette anche di affermarti professionalmente. Infatti, nel mondo del lavoro le conoscenze e certificazioni linguistiche sono importantissime. Ecco cosa sono, a cosa servono e come ottenerle.

La conoscenza delle lingue straniere

Attraverso lo studio di una lingua straniera andrai a sviluppare una serie di abilità linguistiche, formerai una personalità più ricca, svilupperai una certa apertura mentale verso culture differenti e nuove esperienze culturali. Proprio per questo motivo sono sempre di più le persone che decidono di mettersi a studiare puntando all’acquisizione di competenze linguistiche certificate e riconosciute. Come fare a dimostrare le proprie conoscenze ed abilità linguistiche in un Cv? Bisogna puntare a specifiche certificazioni.

Certificazioni linguistiche: cosa sono?

Si tratta di particolari documenti in grado di attestare e dimostrare il livello di conoscenza di una o più lingue straniere. Queste certificazioni sono rilasciate da enti riconosciuti ed accreditati a livello internazionale, per questo motivo il loro valore assume un ruolo rilevante non solo nel mondo professionale ma anche in quello personale. Le certificazioni fanno riferimento al QCER (Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue) o CEFR (Common European Framework of Reference for Languages), ossia un sistema ideato dal Consiglio d’Europa nel 1996. Questo sistema valuta le abilità e le competenze linguistiche andando a definire e fissare i criteri di valutazione alla base di una certificazione linguistica. Le certificazioni linguistiche si distinguono non solo in base al livello di conoscenze acquisite ma anche a seconda dello scopo per cui sono utilizzate. Tanto per fare un esempio, esistono alcune idonee al mondo del lavoro ed altre più adatte alla formazione.

I livelli di certificazione

Tutte le certificazioni linguistiche seguono un preciso schema a livelli, riconosciuto dal Quadro Comune Europeo, in base al grado di conoscenza sviluppato. In tutto ci sono ben 6 differenti livelli: A1 e A2 (livello elementare); B1 e B2 (livello intermedio); C1 e C2 (livello avanzato). Ognuno di questi prevede un certo grado di conoscenza. In particolare:

- Livello A1: prevede uso e comprensione delle espressioni basilari e quotidiane, utili per comunicare cose concrete. Capacità di saper presentare se stessi, di comprendere e rispondere a domande che vertono su aspetti ed informazioni personali. Abilità di interagire con gli altri in maniera semplice ed elementare, soprattutto quando
l’interlocutore parla piano ed è disposto ad aiutare;
- Livello A2: presuppone la capacità di comunicare e di comprendere semplici quesiti su informazioni personali e familiari. Il soggetto esprime con termini semplici aspetti della sua vita, storia ed esperienza ma anche sull’ambiente circostante ed è in grado di esprimere bisogni immediati;
- Livello B1: prevede il possesso di competenze linguistiche che consentono di esprimersi su argomenti personali, familiari. Il soggetto sa comunicare e gestire al meglio situazioni che si verificano in viaggio, producendo un testo semplice su argomentazioni di interesse personale;
- Livello B2: capacità di esprimersi con disinvoltura comprendendo testi complessi e producendone altri chiari. Il soggetto che possiede tale livello di conoscenze, sarà capace di esprimere la propria opinione su vari argomenti, dialogare su argomenti e notizie di attualità, presentando i pro ed i contro di varie realtà;
- Livello C1: si tratta di un livello alto, con competenze vicine a quelle di un madrelingua. Chi lo possiede sa capire ed elaborare testi complessi, esprimendosi con scioltezza e sicurezza. Ed ancora, è previsto un alto controllo degli elementi comunicativi, degli argomenti ed un vasto vocabolario a disposizione, il tutto senza dover consultare libri e
dizionari;
- Livello C2: presuppone uno standard qualitativo pari a un madrelingua e si tratta del livello più alto di conoscenza della lingua straniera. Questo vuol dire avere la capacità di esprimersi in maniera scorrevole, chiara e dettagliata su argomenti disparati, sapendo cogliere le varie sfumature all’interno delle conversazioni.

Questi sono i sei livelli che vanno a certificare le conoscenze linguistiche che si
basano su:

- produzione ed interazione di carattere orale;
- la produzione scritta;
- comprensione orale e scrittura di un testo.

Quando si va a valutare la conoscenza di una lingua, bisogna prendere in considerazione la sfera orale basata sull’ascolto, comprensione e conversazione, ma anche quella scritta connessa alla capacità di comprendere e redarre un testo.

Certificazioni linguistiche: a cosa servono?

Oggi possedere una certificazione linguistica è molto importante per affermarsi nel mondo del lavoro. In particolare ottenere una certificazione linguistica serve a:

- dare un valore aggiunto al Curriculum Vitae;
- distinguersi in maniera positiva nel mondo del lavoro;
- accedere alle università estere;
- favorire l’inserimento in ambienti lavorativi di stampo internazionale;
- conferire un punteggio extra ai concorsi pubblici;
- fornire crediti formativi in alcune scuole superiori ed università.

Come si può ben notare, possedere una certificazione linguistica vuol dire
avere maggiori occasioni nel contesto lavorativo e formativo.

Come ottenere le certificazioni linguistiche e l’esame da sostenere

Chi fosse interessato ad ottenere una valida certificazione linguistica, prima di tutto deve cercare e raccogliere informazioni sugli enti certificatori e sceglierne uno. L’elenco di tutti gli enti riconosciuti in Italia per rilasciare certificazioni linguistiche è fornito e messo a disposizione dal Miur. Una volta fatto questo bisognerà iscriversi ad un corso per poi sostenere l’esame finale. Il corso può partire da qualsiasi livello, a seconda delle proprie esigenze e della preparazione già posseduta. L’esame finale da dover sostenere si articola in diverse prove:

- ascolto,
- lettura e comprensione di un testo;
- la scrittura e la composizione di un testo;
- un colloquio orale.


Superate tutte le prove si ottiene la tanto attesa certificazione linguistica, che solitamente non ha una scadenza nel corso del tempo.



Condividi sui tuoi social

   
 

SEGUICI SU FACEBOOK

CERCHI LAVORO?
Un servizio gratuito che Atempospa.it mette a disposizione di coloro che vogliono entrare nel mondo del lavoro per la prima volta o vogliono cambiare lavoro in maniera dinamica!

Invia il tuo Curriculum
SEI UN'AZIENDA?
Registrarsi come azienda in Atempospa.it è il sistema più facile e semplice per poter cercare il personale qualificato in ogni momento e secondo le vostre esigenze.

Registrati
VUOI LAVORARE CON NOI?
Siamo sempre aperti a valutare talenti alla ricerca di nuove sfide lavorative.

Candidati

ULTIME NOTIZIE

LE NOSTRE CREDENZIALI

Atempo Spa è una realtà autorizzata, certificata e riconosciuta. Affidabilità e solidità per il vostro futuro lavorativo.