home > atempo informa > Cosa fare quando il tuo lavoro non ti piace

Cosa fare quando il tuo lavoro non ti piace

Pubblicato il 13 dicembre 2019 in Orientamento Lavoro da Marcello Buratti

Al solo sentire la parola lavoro il tuo viso cambia espressione e non vedi l’ora che arrivi il fine settimana o il tuo giorno di riposo? Se ti rispecchi in queste due situazioni, è molto probabile che ti sia stancato di quello che fai per guadagnarti da vivere. Ma cosa fare quando il tuo lavoro non ti piace più? Te lo spieghiamo con alcuni consigli pratici.

Mollare tutto? Non subito

Anche se ritieni che la soluzione a tutti i tuoi problemi possa essere quella di preparare una lettera di dimissioni, trattieniti: non è una strada da percorrere ora. Non ti stiamo dicendo che dovrai per forza mantenere il lavoro che non ti piace più per sempre, ma solo di prenderti un po’ di tempo e riflettere su alcuni aspetti.

In primo luogo, dedica del tempo per capire cosa ci sia che non va. No, tutto non è una riposta: rifletti sugli aspetti positivi e su quelli che ti fanno invece stare peggio. Ti consigliamo di dedicare almeno una ventina di minuti a questa riflessione, da fare possibilmente in un momento di relax. Evita di pensarci quando sei troppo stanco o dopo una giornata particolarmente negativa.

Dopo aver individuato le cose che davvero non funzionano, sforzati ancora un po’ e cerca di capire se ci sono aspetti che potrebbero essere migliorati. Ritieni di occupare lo stesso ruolo da tropo tempo e non vedi prospettive di avanzamento? Parlane con il tuo superiore, ma solo dopo aver pensato ad alcuni obiettivi che potresti raggiungere.

Stabilite insieme un piano per raggiungerli; in questo modo il tuo capo avrà modo di valutare più concretamente le tue capacità e tu avrai una carta da spendere per un avanzamento di carriera, un aumento o un beneficio a cui aspiri da tempo. Lo sappiamo che non tutti i superiori sono collaborativi e comprensivi. Ecco allora un’alternativa.

Chi vorresti essere?

Il tuo lavoro non ti piace: qual è invece un lavoro che saresti contento di fare in questo momento? Potrebbe essere un’occupazione diversa, la stessa in un’altra azienda o magari un ruolo diverso nel tuo attuale luogo di lavoro. Per tutte e tre le opzioni, cerca di capire se hai le competenze per la posizione a cui aspiri.

Se ritieni che tu possa esser impiegato in un ruolo diverso nell’azienda dove sei ora, candidati per la posizione a cui aspiri non appena ne avrai l’opportunità. Sii però certo di possedere le competenze e l’esperienza richiesta; in altre parole assicurati che il tuo non o sia solo una voglia di fuga dalla posizione attuale, ma piuttosto un concreto desiderio di miglioramento.

Non possiedi le competenze necessarie per il lavoro a cui aspiri? Inizia ad acquisirle, anche dedicando del tempo alla formazione, in azienda o fuori. Avere chiaro chi sei e chi vorresti diventare è il primo passo per raggiungere questo obiettivo.

Ma è solo il lavoro?

Anche se molti di noi trascorrono al lavoro gran parte della giornata, non è detto che il malessere verso la tua occupazione derivi dal lavoro in sé. Potrebbero essere molte le cause che ti fanno percepire negativamente la tua attuale occupazione. Cerca di essere obiettivo e di capire se non ci sia altro su cui puoi intervenire. Migliorare altri aspetti potrebbe avere un’influenza positiva anche sulla tua percezione del lavoro.

Proviamo a fare un esempio. Se non ami andare in ufficio perché vieni accolto ogni giorni dai modi sgarbati di un collega, chiedi se puoi cambiare postazione, orario di lavoro o qualsiasi altro aspetto che possa farti sentire meglio. A causarti disagio sono gli spostamenti verso il lavoro? Potresti non essere il solo ad avere questo problema in azienda. Solleva la questione, non dimenticandoti di proporre una soluzione concreta.
Potrebbe essere la richiesta di un orario più flessibile o di lavorare da casa, anche solo per un giorno a settimana.

È uno sporco lavoro, ma…

Anche se il tuo lavoro non ti piace e non vedi spazio per un miglioramento, cerca almeno di non odiarlo.
Spesso le persone che sono stanche della propria occupazione, tendono a distrarsi durate il lavoro, cercando ogni sorta di via di fuga. Questo tipo di atteggiamento ha come risultato quello di farti percepire i compiti che devi svolgere come ancora peggiori di quanto non lo siano già.

Concentrati su quello che devi fare, provando a non percepirlo come un peso, ma piuttosto come qualcosa che va fatto, possibilmente senza procrastinare. Prova ad eliminare le fonti di distrazione, come telefono, social media e i tuoi siti preferiti. Se sei distratto mentre lavori, probabilmente dovrai tornare su cose già fatte, finendo per aumentare ancora di più il lavoro da svolgere e il peso che porta con sé.

Parlane

I motivi che non ti fanno più amare il lavoro possono essere tantissimi. Cera di affrontarli anche parlandone con chiunque credi ti possa aiutare. Potrebbe essere un collega, un superiore, il tuo datore di lavoro o anche una persona esterna. A volte la percezione negativa del lavoro deriva dal fatto che vediamo alcuni aspetti come irrisolvibili. Non possiamo assicurarti che parlarne risolverà immediatamente tutti i problemi, ma sicuramente ti aiuterà a vedere anche prospettive e potrebbe esser un modo concreto per trovare una soluzione, almeno ad alcune cose.

Fai rete

Hai fatto di tutto per migliorare il tuo lavoro, ma davvero potrebbe essere giunto il momento di cambiare strada. Prima di lasciare la tua occupazione, sfrutta tutte le occasioni per crearti o per espandere la tua rete professionale.

Cerca eventi, fiere, associazioni o qualsiasi cosa possa esserti utile per conoscere altre persone che si occupano del tuo stesso settore e consolida i rapporti con i colleghi e con le altre persone che collaborano con te, anche indirettamente. Anche se a volte credi che i tuoi problemi siano unici, potresti scoprire che altre persone sono costrette ad affrontare la tua stessa situazione. Ampliare la tua rete ti aiuterà anche nel caso in cui tu decida di cambiare posto di lavoro. Avere molti contatti potrebbe aprirti strade e prospettive che in questo momento non stai nemmeno considerando!

Non sappiamo se la tua opinione sul lavoro sia cambiata dopo questi consigli; siamo però sicuri che se li ascolterai avrai guadagnato almeno maggiore consapevolezza sul tuo modo di vedere il lavoro.



Condividi sui tuoi social

   
 
CERCHI LAVORO?
Un servizio gratuito che Atempospa.it mette a disposizione di coloro che vogliono entrare nel mondo del lavoro per la prima volta o vogliono cambiare lavoro in maniera dinamica!

Invia il tuo Curriculum
SEI UN'AZIENDA?
Registrarsi come azienda in Atempospa.it è il sistema più facile e semplice per poter cercare il personale qualificato in ogni momento e secondo le vostre esigenze.

Registrati
VUOI LAVORARE CON NOI?
Siamo sempre aperti a valutare talenti alla ricerca di nuove sfide lavorative.

Candidati

ULTIME NOTIZIE

LE NOSTRE CREDENZIALI

Atempo Spa è una realtà autorizzata, certificata e riconosciuta. Affidabilità e solidità per il vostro futuro lavorativo.