home > atempo informa > Come attrarre e far rimanere in azienda i professionisti Tech

Come attrarre e far rimanere in azienda i professionisti Tech

Pubblicato il 11 febbraio 2022 in Consigli posto di lavoro da Lorenzo Nincheri

Lavori nell’informatica e sei alla ricerca di nuovi collaboratori da inserire all’interno del tuo team? Devi  selezionare dei professionisti del tech per la tua azienda? Scopri come attrarre dei talenti in questo  settore e come farli rimanere in azienda.  

Selezionare delle nuove figure professionali non è mai un’impresa semplice. E, nel caso si avesse la  necessità di individuare delle persone con specifiche competenze, il compito diventa ancora più  arduo. Qual è il modo migliore per inserire un annuncio di lavoro? Quali sono i benefit preferiti dagli  esperti di informatica? Nel corso dei prossimi paragrafi andremo ad individuare le migliori strategie  per valutare al meglio i candidati e proporre loro un contratto difficile da rifiutare. 

Preparare un annuncio di lavoro adeguato  

Un professionista dell’ambito tech, generalmente, trova molta difficoltà a trovare lavoro. Questo  accade perché nella maggior parte dei casi, all’interno degli annunci non vengono descritte in modo  adeguato le competenze richieste. La sezione dei requisiti necessari, inoltre, pare essere scarna e  risulta piuttosto complesso capire quale sia la figura che l’azienda sta cercando.  Come ovviare, quindi, al problema?  

La soluzione migliore in questi casi è quella di realizzare una sorta di questionario da proporre ai  candidati prima dell’invio del CV. In questo modo sarà possibile ottenere una prima  scrematura,individuando immediatamente coloro che hanno le skills necessarie per ricoprire il profilo  cercato. Ma non solo. Grazie a questo sistema, infatti, è possibile al tempo stesso identificare, nella  lista degli aspiranti, coloro che fanno questo mestiere di professione da chi, invece, “millanta” delle  competenze che sono solo superficiali.  

I pro e i contro del questionario  

Creare un annuncio di lavoro sotto forma di questionario è un ottimo sistema per rendere più  trasparente ed omogeneo possibile il percorso di selezione dei candidati. Adottando questa strategia,  infatti, ai candidati vengono sottoposte delle domande identiche per tutti. Ne consegue, quindi, che la  valutazione venga fatta partendo da una base oggettiva.  

Il risultato immediato è quello di scartare coloro che non hanno le competenze necessarie. Anche se  questo può comportare, in alcuni casi, di eliminare dalla rosa degli aspiranti lavoratori anche chi,  nonostante non disponga di tutte le skills richieste, potrebbe comunque apportare un contributo  significativo all’azienda.  

Utilizzare un questionario come strategia di scrematura dei cv può portare anche un altro vantaggio.  Come, ad esempio, quello di impiegare una notevole quantità di tempo e di energie necessarie alla  scelta delle domande da sottoporre ai candidati. Nel caso in cui questo dettaglio dovesse essere un deterrente, non bisogna dimenticare, comunque, che l’impegno impiegato per la preparazione del  quiz non sarebbe niente di paragonabile alla quantità di energie necessarie per fissare colloqui con  candidati inadatti.  

Puntare all’amore per la sfida  

Le persone che si contraddistinguono per un profilo interessante sono, generalmente, anche quelle  che amano mettersi in gioco. Chi è consapevole delle proprie potenzialità, infatti, adora affrontare  ogni giorno nuove sfide. E perché, quindi, non utilizzare questa attitudine a proprio vantaggio in fase  di selezione del personale? 

Molte aziende della Silicon Valley, dopo la prima scrematura dei curriculum vitae, cercano di  individuare i candidati più adeguati proponendo loro una sorta di “gioco“ in cui devono applicare le  proprie conoscenze in ambito di browser, codice HTML, linguaggio Java, CSS, programmi per la  realizzazione di app per smartphone e quant’altro.  

In questo modo, i professionisti realmente interessati al lavoro avranno la possibilità di dimostrare il  proprio valore. Ma anche di mettere alla prova se stessi.  

Colloquio stimolante  

Uno dei modi migliori per attrarre nella propria azienda dei professionisti tech è quello di ultimare la  scrematura dei CV attraverso l’organizzazione di un colloquio conoscitivo vis a vis che possa risultare  stimolante per il candidato.  

Al momento dell’incontro, quindi, è fondamentale scegliere un recruiter che conosca nel dettaglio la  materia e che le competenze richieste. O che, comunque, sia in grado di dare quante più informazioni  specifiche sulla tipologia di progetto di cui dovrà occuparsi il candidato.  

Non bisogna dimenticare, infatti, che per i professionisti del settore può risultare alquanto mortificante  (se non addirittura noioso!) parlare di determinate specifiche nel campo dell’informatica e rendersi  conto che la persona che si ha di fronte non ne capisca davvero nulla.  

Una retribuzione adatta  

Uno dei fattori che possono far accettare o meno una proposta di lavoro da parte di un professionista  del mondo dell’informatica è dato sicuramente dall’aspetto retributivo. Un esperto tech, infatti, avrà  acquisito le proprie competenze nel corso degli anni, lavorando su diversi progetti e tenendosi sempre  informato con le novità in fatto di programmazione. E’ giusto, quindi, che tali sforzi gli vengano  riconosciuti anche sotto un punto di vista economico.  

Non c’è niente di più frustrante, infatti, che non vedersi riconosciuti i meriti e le skills acquisite con il  tempo e l’esperienza. Le aziende che cercano dei tecnici esperti ma non hanno intenzione di pagarli  in modo adeguato, difficilmente riusciranno ad individuare delle figure di alto profilo.  

I benefit aziendali  

Un altro sistema per attrarre dei professionisti tech nella propria azienda e fare in modo che  rimangano a lungo all’interno del proprio team è anche quello di proporre dei benefit aziendali che vadano al di là della semplice retribuzione economica.  

Tra i benefit aziendali che vengono maggiormente apprezzati si possono trovare innanzitutto la  possibilità di aumentare la propria crescita professionale attraverso corsi di formazione mirati. Ma non  solo.  

Le aziende che offrono ai propri dipendenti la possibilità di lavorare in smart working partono  sicuramente con un vantaggio in più. Sono sempre più i professionisti del tech che, infatti,  preferiscono operare da remoto e per scadenze invece che presentarsi ogni mattina in ufficio per  timbrare il cartellino. Non bisogna dimenticare, inoltre, che questa opportunità consente di inserire nel  proprio team anche lavoratori residenti oltre confine o professionisti stranieri. Un dettaglio da non  trascurare se si vuole aumentare la competitività della propria azienda nel mercato italiano e in quello  internazionale. 

Innovazione tecnologica  

Tra le ambizioni degli esperti del tech c’è sicuramente quella di lavorare per un’azienda che punta  tutto sull’innovazione tecnologica. Questo significa sia mettere a disposizione dei dipendenti degli  strumenti digitali di ultima generazione (come, ad esempio software, device e dispositivi vari), che  consentano loro di avere carta bianca sulla realizzazione di progetti informatici.  

In questo modo, infatti, la percezione dei propri collaboratori è quella di riuscire a tenere  costantemente aggiornate le proprie competenze. E raggiungere, al tempo stesso, un eccellente  livello di competitività nel mercato del lavoro.  

Ambiente di lavoro dinamico  

Mettere a disposizione dei propri dipendenti un ambiente di lavoro dinamico, infine, li mette nella  condizione di esprimere al meglio sé stessi e la propria creatività. Anche nel campo dell’informatica,  infatti, è necessario avere un’apertura mentale e una propositività tali da affrontare le sfide quotidiane  a mente fredda, affinando al tempo stesso sia le proprie competenze che le abilità di problem solving.  Un contesto in continua evoluzione, inoltre, permette ai professionisti tech di rimanere sempre sul  pezzo e di non annoiarsi mai. Come già anticipato nei paragrafi precedenti, infatti, gli esperti di questo  settore amano mettersi in gioco costantemente. E, di conseguenza, la monotonia non è un parametro  che prendono in considerazione al momento della scelta di un impiego. 



Condividi sui tuoi social

   
 

SEGUICI SU FACEBOOK

CERCHI LAVORO?
Un servizio gratuito che Atempospa.it mette a disposizione di coloro che vogliono entrare nel mondo del lavoro per la prima volta o vogliono cambiare lavoro in maniera dinamica!

Invia il tuo Curriculum
SEI UN'AZIENDA?
Registrarsi come azienda in Atempospa.it è il sistema più facile e semplice per poter cercare il personale qualificato in ogni momento e secondo le vostre esigenze.

Registrati
VUOI LAVORARE CON NOI?
Siamo sempre aperti a valutare talenti alla ricerca di nuove sfide lavorative.

Candidati

ULTIME NOTIZIE

LE NOSTRE CREDENZIALI

Atempo Spa è una realtà autorizzata, certificata e riconosciuta. Affidabilità e solidità per il vostro futuro lavorativo.