I falsi miti su Agenzie per il Lavoro e Lavoro in somministrazione



assolavorologo

PER ISCRIVERSI ALLE AGENZIE PER IL LAVORO SI DEVE PAGARE?
NO. Tutti i servizi offerti dalle Agenzie per il Lavoro sono gratuiti. Chiunque può entrare in una delle 2.500 filiali presenti sul territorio nazionale o collegarsi ai siti web delle Agenzie e presentare la propria candidatura. Per poter operare le Agenzie per il Lavoro devono essere autorizzate dall’Agenzia per le Politiche Attive del Lavoro ed essere iscritte nell’apposito Albo Informatico del Ministero del Lavoro.

L’AGENZIA GUADAGNA TRATTENENDO DEI SOLDI DALLA BUSTA PAGA DEI LAVORATORI IN
SOMMINISTRAZIONE?
NO. La legge vieta espressamente ai “soggetti autorizzati o accreditati di esigere o comunque di percepire, direttamente o indirettamente, compensi dal lavoratore”. Il compenso per le Agenzie per il Lavoro viene erogato dalla azienda utilizzatrice.

MI SONO ISCRITTO A DIVERSE AGENZIE E NON MI HANNO MAI CHIAMATO, COME MAI?
Le Agenzie per il Lavoro contattano, di volta in volta, i candidati in relazione alle professionalità richieste dalle aziende, offrendo anche attività formative mirate. Ogni volta che si inizia un nuovo percorso formativo o professionale è importante aggiornare il proprio cv, per valorizzare al meglio le nuove competenze acquisite.

I LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE SONO PARAGONABILI A QUELLI DELLE COOPERATIVE?
NO. Il lavoratore in somministrazione è assunto dall’Agenzia per il Lavoro come lavoratore subordinato dipendente a termine, a tempo indeterminato o in apprendistato. È inviato in missione presso l’azienda utilizzatrice con parità di trattamento economico e normativo rispetto ai lavoratori diretti di pari livello dell’impresa in cui opera.

QUALI SONO I CRITERI PER LA SELEZIONE DEI LAVORATORI?
I criteri sono molteplici. Le Agenzie per il Lavoro valutano le esperienze formative e lavorative dei candidati, ma non solo. Molto importanti sono anche la motivazione, la flessibilità, l’atteggiamento proattivo verso il lavoro e, in generale, le cosiddette “soft skills”. Un ruolo sempre più rilevante gioca la web reputation. Attenzione, quindi, alla gestione dei profili social. Sono sempre più numerose le Agenzie per il Lavoro e le aziende che si avvalgono di questi strumenti per la valutazione dei candidati.

LA FORMAZIONE OFFERTA DALLE AGENZIE NON È ADEGUATA AGLI STANDARD DELL’INDUSTRIA 4.0. È VERO?
NO. Le Agenzie per il Lavoro garantiscono competenze digitali all’avanguardia, che rispondono appieno alle esigenze di un mercato produttivo in continua trasformazione e che richiede figure professionali sempre più trasversali. Oltre alla formazione di base, infatti, si può accedere a percorsi di apprendimento professionale e on the job. Inoltre, è possibile frequentare corsi di qualificazione o riqualificazione professionale.

LE AGENZIE PER IL LAVORO TROVANO LAVORO SOLO A GIOVANI
Falso. Le Agenzie per il Lavoro sono un ottimo strumento sia di ingresso nel mondo del lavoro, sia per favorire la ricollocazione di lavoratori. Gli over50 rappresentano oltre il 10% dei lavoratori in somministrazione.

LE AGENZIE PER IL LAVORO OFFRONO SOLO LAVORO A TERMINE
NO. I lavoratori in somministrazione assunti a tempo indeterminato sono circa il 10% del totale. Le Agenzie per il Lavoro effettuano attività di ricerca e selezione finalizzate anche all’assunzione diretta da parte delle aziende clienti di oltre 50mila persone in un anno. Nelle filiali delle Agenzie per il Lavoro, infine, sono occupati oltre 10mila lavoratori stabilmente.

VOGLIO ISCRIVERMI AD UN CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE. È A PAGAMENTO?
NO. Attraverso Forma.Temp i lavoratori in somministrazione posso accedere ad una vasta gamma di corsi di specializzazione gratuiti, orientati al mercato del lavoro. Per informazioni puoi consultare il sito www.formatemp.it.

HO UN CONTRATTO DI LAVORO IN SOMMINISTRAZIONE A TEMPO DETERMINATO E HO APPENA SCOPERTO DI ESSERE INCINTA. HO MINORI TUTELE RISPETTO ALLE ALTRE?
NO. I lavoratori in somministrazione hanno per legge gli stessi diritti dei lavoratori dipendenti e le Agenzie per il Lavoro garantiscono tutele, anche di tipo economico, agli occupati. Grazie ad Ebitemp, www.ebitemp.it, infatti, sono previste forme di sostegno durante la maternità e, successivamente, contributi per l’asilo nido.

© www.assolavoro.eu