Contratto Stagionale



Il contratto Stagionale rappresenta una valida alternativa al MOG e rispetto a quest'ultimo è caratterizzato da una maggior "stabilità", pur adattandosi alle esigenze di flessibilità tipiche dei settori stagionali.

Anche in questo caso i settori sono definiti dalla normativa e i CCNL di settore regolano in modo specifico i requisiti per accedere al contratto di tipo stagionale. E' inoltre un contratto attivabile anche in somministrazione, pur non essendo esclusivo per le ApL come nel caso del MOG.

In che senso il contratto stagionale è più "stabile"? Si tratta di un normale contratto a tempo determinato, anche in somministrazione, dove l'orario di lavoro non è modulabile come nel MOG e deve invece essere pre-definito, con la sola variabile del tempo pieno o tempo parziale.

L'azienda può contare sulla prestazione continuativa del lavoratore all'interno della durata contrattuale pattuita. Il lavoratore in questo caso non si trova in una condizione di disponibilità, né pertanto l'azienda può fruire della prestazione con la modalità a "chiamata": il contratto si svolge secondo le consuete regole del lavoro subordinato. Garantisce la massima tutela dei lavoratori, consentendo a questi di accedere alle forme di sostegno al reddito nei periodi di non occupazione.