Garanzie, diritti, opportunità



Il Contratto di lavoro in Somministrazione è la forma di lavoro flessibile più tutelante per il lavoratore tra quelle presenti nell’ordinamento italiano.

Può essere stipulato e gestito esclusivamente dalle Agenzie per il Lavoro autorizzate dal Ministero, come lo è Atempo sin dal 2002. Le Agenzie autorizzate sono sottoposte per legge ad un sistema di regole, vincoli e norme estremamente articolate; queste regole hanno lo scopo di fornire la massima garanzia di diritti e tutele ai lavoratori e alle aziende che ne utilizzano le prestazioni professionali.

Quali sono i diritti principali del lavoratore in somministrazione?

Elenchiamo le caratteristiche del contratto in somministrazione ormai più conosciute, anticipando che esistono molte altre opportunità dedicate esclusivamente ai lavoratori somministrati:

  • E’ un contratto di lavoro subordinato dipendente, che ne garantisce tutti i diritti: retribuzione da CCNL, integrativi aziendali, ferie e permessi, mensilità aggiuntive, tfr, versamento dei contributi, tutela in caso di malattia infortunio o maternità.
  • Il lavoratore somministrato ha diritto, per legge, alla parità di trattamento economico e normativo rispetto ai dipendenti di pari livello dell’azienda presso la quale presta servizio.
  • Tutti i servizi che le ApL offrono al lavoratore sono gratuiti.

Ma c’è di più, e non tutti sono a conoscenza delle specifiche opportunità riservate ai lavoratori in somministrazione.

Riprendiamo qui l’efficace espressione usata da Assolavoro, associazione di categoria del settore di cui Atempo fa parte: “Stessa azienda, stesso lavoro, più diritti con le Agenzie per il Lavoro”.

Perché “più diritti con le ApL”? Esploriamo insieme il sistema di servizi aggiuntivi che le Agenzie per il Lavoro possono fornire ai lavoratori.

Le Agenzie per il Lavoro possono fornire ai lavoratori diversi servizi aggiuntivi anche attraverso gli organi istituzionali “Ebitemp – Ente bilaterale per il lavoro temporaneo – www.ebitemp.it” e “Forma.temp – Fondo per la formazione e il sostegno al reddito dei lavoratori in somministrazione – www.formatemp.it”.

  • Sostegno alla maternità, all’adozione o all’affidamento.
  • Sostegno all’istruzione, contributo per asilo nido.
  • Indennità di infortunio, rimborsi per spese sanitarie.
  • Rimborsi per uso di mezzi di trasporto pubblici.
  • Prestiti a tassi agevolati o azzerati.
  • Corsi di Formazione mirati all’aggiornamento continuo o alla riqualificazione professionale.

Più diritti quindi, e più opportunità: il lavoratore in somministrazione che termina il periodo di lavoro a tempo determinato ha diverse possibilità:

  • Può essere assunto direttamente, anche a tempo indeterminato, dall’azienda per la quale ha già prestato servizio.
  • Può essere assunto, anche a tempo indeterminato, dall’Agenzia per il Lavoro.
  • Può ricevere dall’Agenzia altre proposte di incarico, presso altre aziende.
  • Può partecipare ad un corso di formazione proposto dall’Agenzia, mirato ad un nuovo inserimento presso le aziende clienti dell’Agenzia.

Rivolgendosi ad una delle filiali Atempo potete conoscere nel dettaglio tutte le opportunità che l’Agenzia offre per trovare il vostro lavoro, e per accedere a tutti i servizi aggiuntivi riservati ai lavoratori in somministrazione.